Addio ai calciatori coast-to-coast

Versione ottimizzata per lettura su Smartphone (AMP).

toureSiamo nel calcio delle specializzazioni tattiche e tecniche e si perdono ormai delle funzioni calcistiche che hanno fatto la storia del calcio.
Una tipologia di calciatore scomparso (diciamo in via di sparizione con Gerrard e in parte De Rossi ancora vegeti) è il calciatore coast-to-coast, quello che sa difendere e addirittura marcare l’uomo e nella stessa partita si inserisce come una mezzala e rifinisce come una mezzapunta.
Non ci sono all’orizzonte i Neeskens e i Tardelli non solo perché non ci sono calciatori di quel calibro ma perché è inutile oggi un calciatore del genere, non se ne capisce l’utilità e il ruolo all’interno della squadra.
Forse l’unico rimasto è Yaya Touré (poi si chiedono perché prende così tanto di stipendio) e non è un caso che viene dall’Africa un calciatore che fa della sensazione e non solo della funzionalità una sua arma importante.
Chissà se vedremo mai più un altro di calciatore coast-to-coast?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *