MARADONA STORY – 11

Versione ottimizzata per lettura su Smartphone (AMP).

Quando è arrivato Maradona lo conoscevamo di nome e di fama, ma in viso pochi lo avevano visto sui giornali. Prima mica c’erano tutte le trasmissione televisive che ci sono adesso, che i giocatori li vedi 24 ore su 24 e li riconosci subito. Sapevamo solo che era riccio, scuro e dalla pelle olivastra, un po’ come la nostra, quella dei napoletani. Il giorno prima del suo arrivo decidemmo di stampare delle magliette, sapevamo benissimo che sarebbero andate a ruba. Il problema è che non avevamo nessuna immagine di Maradona e quale internet c’era per trovarle subito? L’unica cosa che potevamo fare era scrivere Diego Armando Maradona e sopra metterci l’immagine di un tipo scuro, riccio e un po’ napoletano. Scegliemmo quella di Pino Daniele, che avevamo usato qualche mese prima per un suo concerto. Stampammo la prima maglia e ci pareva buona, quel Pino Daniele sembrava proprio Maradona.Stampammo duemila maglie che in poche ore furono vendute. Ne stampammo altre cinquemila, facendo parecchi soldi. Chissà dove sono finite tutte quelle maglie e se qualcuno ne ha ancora qualcuna?Paolo – Barista