Un uomo in verticale: Carlos Valderrama

Oggi ci si strappa la pelle per avere in squadra un centrocampista che pensa in verticale. Averne ad esempio uno come Carlos Valderrama, la cui prima opzione di passaggio era sempre in verticale, per far sfruttare al compagno lo spazio davanti a sé. Qui uno dei tanti passaggi che in un attimo mandava in porta gli attaccanti. Una delle tante scintille che ti facevano sorridere e dire: “Ma come ha fatto a pensarci?”

Le sorprese si scrivono adesso

brasile-2014Come ogni Mondiale le sorprese saranno tante e belle, ma tutti ne parleranno dal 13 luglio. Il bello è presentirle adesso, così magari ci prendi pure. Queste sono le mie 10:

1 – Colombia fuori al primo turno
2 – Nigeria è la sorpresa africana
3 – La Svizzera arriva in semifinale
4 – Russia nettamente meglio del Belgio
5 – Giappone vince il suo girone
6- Croazia ai quarti con un centrocampo favoloso
7 -Inghilterra ai quarti con un grande gioco
8 -Higuain capocannoniere
9 – Portogallo miglior difesa
10 – Il Brasile non vince i Mondiali

Un Mondiale senza centravanti

StreichSe manca Falcao o ci arriva mezzo zoppo, di centravanti veri, quelli che ti veniva il panico quando si muovevano, nei prossimi Mondiali non ci sarà nemmeno l’ombra.

Non sono, lo ribadisco sempre, laudatore dei tempi andati ma i centravanti di una volta avevano un fascino che nessun falso nueve ti può dare.

Guardate qui Streich che gol faceva: http://www.youtube.com/watch?v=mdTg1gjlHOk

Giro del mondo tra le amichevoli

Certo che giocare in Nepal d’inverno è dura:

Bale è veramente dominante:

Il Giappone è la nazionale che gioca meglio:

Nabi in India va forte:

A febbraio in Islanda poteva andare a giocarci solo la Russia (anche se non sembra poi così polare il clima):

La Colombia fa paura:

L’Oman esplode:

E infine il gol fantasma del Vietnam: