Archivi tag: pronostici

Pronostici Pallanuoto – Olimpiadi Londra 2012

In due anni siamo passati dalla figuraccia casalinga del mondiale di Roma alla vittoria cinese. Cambiando poco in uomini e moltissimo in motivazioni. Le sfide di World League e le altre partite internazionali hanno confermato che questi alti e bassi sono congeniti in questa fase di costruzione della squadra italiana e arriveremo a Londra dove possiamo fare qualsiasi cosa, bella o brutta che sia.
Le uniche due squadre veramente formate e formose del lotto sono soltanto la Serbia e la Croazia, che battiamo oppure ce le suonano senza un predominio secco.
Per me se le giocano queste tre, con la mina vagante Ungheria, un po’ troppo in fase di ricostruzione pensando al passato per dare i suoi frutti e gli Stati Uniti, che hanno ormai perso l’abbrivio di una pallanuoto fantasioso contro i carrarmati slavi di quattro anni fa. La Spagna fa sicuramente paura ma a lungo termine non dovrebbe reggere, mente le altre sono ottime squadre da girone. In questo casino vincono le collaudate: vince la Serbia.
Tra le donne abbiamo una squadra ancora più indecifrabile e possiamo anche in questo caso aspettarci di tutto. Le avversarie sono Grecia, Russia, USA e Australia. Con spirito combattivo il cuore oltre l’ostacolo, eroine di un paese diventeranno le pallanuotiste greche. E saremo un po’ felici anche noi.

Pronostici Hockey su prato – Londra 2012

L’hockey su prato purtroppo in Italia non attecchisce. Tra le gare a squadre alle Olimpiadi stiamo iniziando a muovere qualcosa per la pallamano ma l’hockey su prato non vuole proprio partire. A Londra, nel torneo maschile, arrivano almeno 3 superpotenze con i giocatori al meglio della loro carriera agonistica: in primo luogo la Germania, vice campione del mondo che lo scorso anno ha schiantato tutti in Europa grazie ad un trio Furste, Zeller, Korn, il meglio che c’è come attaccanti al mondo. L’Australia, prima all’ultimo campionato del mondo, che può schierare il migliore giocatore del pianeta: Luke Doerner, ben appoggiato dall’altro incredibile giocatore, il tasmaniano Eddie Ockenden. Terza forza, per tradizione più che per risultati la Gran Bretagan, che gioca in casa in uno degli sport esportati in tutto il mondo.
Ad un gradino più basso partono l’Olanda e l’Argentina, che però ha un Lucas Vila voglioso di fare il fenomeno. La meraviglia è vedere ancora qualificate e valide le squadre di India e Pakistan, dove forse mancano le palestre per far venire su i muscoli di tedeschi e australiani, ma non manca la tradizione dell’hockey su prato.
Tra le donne le tradizioni sono tutte contemporanee e la sfida apertissima è tra le solite note: Germania, Olanda e Argentina, campionesse del mondo con le giocatrici migliori, Barrioneuvo, Rebecchi  e Luciana Aymar, classe ’77 ma ancora il meglio che c’è. Ma qui le britanniche sono ancora più competitive degli uomini e, dovendo fare un pronostico secco, do la vittoria proprio alle britanniche, mentre tra gli uomini vince l’Australia. 

Pronostici ciclismo, BMX, Mountain Bike – Olimpiadi Londra 2012

Il ciclismo in Gran Bretagna è qualcosa di sempre più importante e seguito. Sono partiti con la pista e la costruzione di una squadra meravigliosa che a Pechino ha dettato legge, per arrivare poi al modello Sky Team che si candida come squadra più che come corridore singolo a dominare il Tour de France. 
Sarà proprio il Tour de France a dire chi sarà il favorito della gara olimpica, scorbutica come non è stata la preolimpica dell’anno scorso dominata da Cavendish. 
La salita tagliente di Box Hill però pone dubbi. Reggerà Cavendish, o meglio riusciranno gli Sky britannici a tenerlo avanti nelle tante giravolte su questa salita? La gara in linea è tutta qui: se Cavendish regge vince in volata (secondo Kittel), se non ce la fa attenti ai velocisti resistenti come Sagan, Greipel e addirittura il vecchio Freire (se lo portano). Gli italiani senza Pozzato non hanno nessuna chance. Io però ho un favorito secco, Boasson-Hagen.
Tra le donne la Bronzini può fare il triplo colpo, ma la Voss non vuole mancare l’ennesimo appuntamento di una carriera che poteva essere merckxiana e invece è troppo gimondiana. E poi quest’anno l’olandese è davvero impressionante.
Le due cronometro le vincono Tony Martin, che arriverà in forma smagliante, ed Emma Pooley, che quelle strade le ha consumate.
Nella BMX il ventenne supertalento Connor Fields segnerà a Londra la prima impronta della sua folgorante carriera (attenzione solo a Daudet vincitore della Coppa del Mondo 2011), mentre tra le donne la sfida è molto più aperta: sfida a cinque tra l’australiana Buchanan, le statunitensi Craig e Martin, la francese Pottier e la sorpresa Pajon
Passiamo al ciclismo su pista e iniziamo la litania britannica: Keirin uomini, Hoy darà il tutto per tutto perché nella velocità ci sono troppe perplessità. Keirin donne, in stagione hanno dominato le francesi ma la Meares non sembra intenzionata a lasciare strada.
Nella velocità uomini, Baugé vuole vincere una partita in trasferta che lo spedisca direttamente tra le superglorie olimpiche. Hoy per me non vince, ma restano in ballo Kenny e il connazionale Bourgain. Sarà una grande gara e Baugé vincerà. Velocità donne invece dove non ci sono dubbi: vince la Pendleton e divine la reginetta delle Olimpiadi.
Anche l’Inseguimento a squadre uomini dovrebbe essere preda degli inglesi, con gli australiani favoriti per la finale, mentre tra le donne la distanza tra Gran Bretagna e Australia è meno ampia. Ma la sorpresa non ci sarà.
Velocità a squadre uomini  è una gara strana, non ci sono grandi specialisti. Dovrebbe rivincere la Francia di Baugé ma tutto è aperto. Tra le donne credo che alla fine la Cina vincerà una medaglia.
Infine l’Omnium, la gara delle gare, bella trovata, anche se mi rode che non c’è almeno l’inseguimento individuale. Anche qui non ci sono specialisti. Tra gli uomini il nostro Elia Viviani potrebbe dire la sua ma vedo vincente uno come O’Shea oppure Ed Clancy se sceglierà di dedicarsi completamente a questa gara. Tra le donne sfida di fuoco Tara Witten e Laura Trott. Vince la canadese.
Per chiudere la Mountain Bike. Tra gli uomini il dominio di Absalon è in decadenza. I barbari sono Schurter ma soprattutto la bestia Jaroslav Kulhavy in questi due anni dominatore assoluto. Tra le donne io spero davvero tanto in Eva Lechner, ma la lotta è molto dura: vince la Wloszczowska.  

Pronostici Boxe – Londra 2012

Il torneo olimpico di Boxe che si terrà a Londra è uno dei migliori che un’Olimpiade abbia mai avuto. Se a Pechino abbiamo già assistito a gare avvincenti con grandi atleti, quest’anno potremo veramente godere di sfide tra eccellenti campioni. Molti grandi atleti non passano più al professionismo per tante di quelle ragioni che le ultime vicende Pacquiao-Bradley esemplificano alla perfezione. Questa falla storica, con il dilettantismo ben organizzato e scelto da molti grandi boxeur e il professionismo in crisi totale di identità e alla ricerca dell’icona su cui ricostruire, ha fatto sì che questa Olimpiade proponga il meglio che c’è in circolazione per diverse categorie di peso. Iniziamo con l’analisi e i pronostici:

MOSCA LEGGERI
Sfida tra estremo orientali. Il campionissimo cinese Zou Shming vorrebbe riconfermarsi dopo il Mondiale 2011 ma il coreano Shin Jong-Hoon è leggermente favorito. Il nascosto mongolo Serdamba come sempre spera nel colpaccio ma se c’è un otusider per me è il russo Ayrapetyan.

MOSCA
Vince l’ormai maturo Aloian. Piccoli grattacapi potrebbe darli Yafai perché i giudici in casa hanno l’1 fisso facile.

GALLO
In questi ultimi anni questa è stata categoria molto incostante con risultati spesso a sorpresa. Questa volta invece la sfida è tra Alvarez Estrada e Campbell, anche lui britannico per cui vedi sopra.

LEGGERI
Il cuore dice fortissimamente Valentino, la testa dice Toledo Lopez, la pancia Lomachenko. La categoria più difficili con tre atleti da sballo. Qui, se riuscite, non vi perdete neanche un match.

SUPERLEGGERI
Qui vince Stalker e la curva si sballa.

WELTER
Questa è una delle categorie con meno personaggi. Di regola le categorie mosce le vincono gli europei dell’Est, per cui dico Sapiyev o Zamkovov.

MEDI
Lotta a due: Chebotarev contro Murata, leggermente favorito il giapponese.

MEDIOMASSIMI
Categoria storicamente cubana ha nella superstella La Cruz Peraza un vincitore già scritto.

MASSIMI
Riuscirà il nostro eroe Russo a battere Mammadoiv e Usyk? Intorno a questa sfida si dipanerà il torneo.

SUPERMASSIMI
Cammarelle tenta di diventare mito. A sbarrargli la strada almeno quattro pericoli: Mezhidov, il migliore fino a questo punto, Joshua che boxa in casa e la categoria che da l’ultimo oro è sempre ambita, Savon che dell’altro non ha solo il nome e Kuzmin, forse il più ostico per Roberto.

P.S. Mi sa che mi sono dimenticato di almeno un cinese che vincerà l’oro. Voto Qiong nei Welter.