Riflessioni olimpiche

L’Olimpiade è sempre una parentesi di vita che resta in testa e nei ricordi. Riemergo dalle due settimane olimpiche dopo un leggero detox con alcune riflessioni: Massimo Brignolo ha scritto (fra le tante cose sempre giuste) una nota interessante. Battere chi è predestinato in una determinata Olimpiade viene definito correttamente “miracolo” sportivo. E i miracoli …

Noi Olimpo-dipendenti come facciamo a spiegarlo?

Gli Olimpo-dipendenti fanno una cosa che nessun altro fa. Riconducono tutto quello che nella loro vita è successo negli anni pari (l’Olimpo-dipendente è al 90% anche Mondial-dipendente) all’evento olimpico. Nel 1992 ho letto Papà Goriot. Quando Casartelli vinse, Delphine stava cedendo alle avances di Rastignac. Mi sono rotto il braccio nel ’96, lo ricordo perché …