ITALIA-SAN MARINO 7-0 – LA LETTURA

Ci sono partite che sembrano innocue e invece ti giochi la convocazione a un grande torneo. Da un punto di vista tattico e dello sviluppo di questa Italia-San Marino c’è poco da dire, perché l’Italia non poteva giocare diversamente da come ha sempre giocato e non lo farà nemmeno agli Europei. Contava più capire come interpretavano il gioco i calciatori in bilico e come stanno fisicamente.
Bernardeschi alle 20.45 per tanti aveva il 20% di possibilità di restare in rosa, adesso è al 90%, questo fanno queste partite.
Non solo ha giocato bene, ha chiarito che in Nazionale gioca meglio rispetto alla Juve perché può rischiare di più, ma soprattutto ha dimostrato ancora una volta a Mancini che largo in fascia è quasi dannoso. Bernardeschi è l’unico anti-centravanti che abbiamo, ovvero un calciatore che gioca in quell’area di campo ma sa muoversi bene e muovere bene il pallone per crea lo spazio agli altri. Immobile, Belotti e come si è visto questa sera Kean non sanno fare questo gioco e Mancini non si priverà di Bernardeschi. Berna poi è la quota-Mancini calciatore che Mancini allenatore vuole avere con sé. I due calciatori sono su due piani distantissimi, ma per me Mancio vede in Bernardeschi qualcosa che atleticamente ricorda.
Nel duello di convocabili fra Cristante e Pessina ieri ha vinto l’atalantino grazie a un buon secondo tempo e a due gol. Se Sensi non parte però, Cristante può tornare molto utile perché meglio avere un regista basso in più, con Verratti che si riprende da un infortunio. Pessina ha corso male nel primo tempo, molto bene nel secondo. Se Mancini lo ha capito, non ci resta che affidarsi a lui. Castrovilli si è mosso anche meglio di Pessina, ma agli Europei non ci va.
Toloi per me è un acquisto importantissimo per questa Nazionale. Il ballottaggio dovrebbe essere con Mancini, forse unico difensore iperaggressivo che abbiamo. Ma uno come Toloi, con la sua maturità ormai raggiunta, secondo me va di diritto.
Infine Politano. Ci sono giocatori costretti a giocare larghi, vedi Lorenzo Pellegrini con l’Italia ma non è il loro posto, anche se dovrebbero accentrarsi per giocare nel mezzo spazio. Altri invece sono perfetti come Politano. Se impazzisce il Mancio lascia Kean a casa e lo porta.